Headlines :: Dettaglio Articolo

Log in
  • Login
  • Password
  • Hai dimenticato la tua password?
Ufo Magazine
Dalla rete
Servizi
Statistiche

Utenti online

  • 258 anonimi, nessuno registrato.
  • Ci sono 166 iscritti in totale.
Eva Group
Autore

Iscritto

Web master di http://ufoplanet.ufoforum.it & http://www.ufoforum.it/

Links sponsorizzati
Articoli correlati
Nessun articolo correlato
Links correlati
Nessun links correlato
Prodotti correlati
Nessun prodotto correlato
Informazioni

Strumenti

Statistiche

  • Letto: 2228
  • Segnalato: 0
  • Giudizi e voti

    Vota!

Articolo Modifica articolo
Sei in: UFO PLANET (841)  Non solo UFO (542)  Astronomia e scienza (203)

Italiani scoprono Terzan 5 il primo fossile galattico

2 Dicembre 2009 17.35 - Di: DigDug - Fonte: http://www.libero-news.it/pills/view/25744

Non solo UFO / Astronomia e scienza :: Italiani scoprono Terzan 5 il primo fossile galattico

 Nessun video o audio disponibile

 Nessuna documentazione disponibile

 Scoperto il primo ‘fossile galattico’ nel   cuore della Via Lattea.

Feed RSS dei prodotti cercati
Scoperto il primo ‘fossile galattico’ nel   cuore della Via Lattea. Si tratta di un sistema stellare, battezzato Terzan 5, dalle caratteristiche   sorprendenti dal momento che si tratta di un relitto dell’epoca della   formazione della Via Lattea. A vedere il 'fossile galattico’, ed a descrivere la ricerca è stato un team di scienziati, coordinati dall’astrofisico italiano Francesco Ferraro dell’Università di Bologna (Unibo). Allo studio hanno preso parte anche altri ricercatori dell’ateneo emiliano   e del locale Osservatorio astronomico Inaf. La scoperta dei ricercatori è un grande e affollatissimo sistema stellare che, a differenza degli altri normalmente popolati da stelle relativamente simili e coeve, risulta invece formato da   diverse generazioni di astri, di età e composizione chimica   variabili. “E' stato come se, nell’esaminare attentamente una roccia, ci fossimo accorti di avere in realtà sotto gli occhi il frammento fossile di un essere mastodontico, testimone di epoche remote e   prezioso custode di segreti del passato” spiega Ferraro. La diversità delle stelle che compongono Terzan 5, e che sono circa 2 milioni   e le   differenti concentrazioni di ferro ci dicono che un tempo doveva   essere molto, molto più grosso di oggi. Almeno un miliardo di volte   il sole. Abbastanza pesante cioè da trattenere le polveri, i gas e i   metalli sintetizzati nel corso della sua evoluzione. "Queste caratteristiche fanno sospettare che Terzan 5 sia il relitto di un antico sistema proto-galattico che ha   contribuito alla formazione del cuore della Via Lattea", afferma   Barbara Lanzoni dell’Università di Bologna. La scoperta delle   caratteristiche di Terzan 5 è così destinata, secondo gli studiosi,   a dare più forza "alla teoria corrente sulla formazione delle   galassie, che le vorrebbe risultato della agglomerazione di sistemi   stellari pre-esistenti e già strutturati, con una propria identità e storia, anzichè del collasso gravitazionale di un’unica nube di gas".

Relitto stellare - Secondo gli scienziati, Terzan 5 potrebbe essere quel che resta   di un antico sistema proto-galattico 500 volte più grande, che 12   miliardi di anni fa si unì ad altri dando origine, come mattoni   primordiali, alla Via Lattea, la nostra galassia. Il risultato dello studio è stato ottenuto grazie ad un prototipo di sistema ottico d’avanguardia chiamato Mad e montato, in   via sperimentale per pochi mesi, su uno dei telescopi più grandi del   mondo, il Very Large Telescope (Vlt), nel deserto del Cile, gestito   dall’Osservatorio europeo del sud (Eso). Uno dei componenti di questo nuovo gioiello hi-tech è stato ideato, realizzato e collaudato da un   gruppo di astrofisici delle strutture Inaf di Padova e Firenze. Mad, che vede nell’infrarosso e corregge le distorsioni dovute   all’atmosfera terrestre, "è stato in grado – riferiscono gli   scienziati – non solo di penetrare la spessa coltre di nubi che oscura la parte centrale della nostra galassia, ma anche di produrre la più   grande immagine di Terzan 5 mai ottenuta prima ad una simile   risoluzione". Ed è stata proprio questa foto a rivelare,   inaspettatamente, la presenza di astri di diverse generazioni.

Fonte: http://www.libero-news.it
 
Condividi
Torna ad inizio pagina 
Novità di oggi  Feed RSS di questa vetrina
Nessun articolo disponibile

UFO    |    Ricerche    |    UFO Forum    |    Eventi    |    Contatti    |    Disclaimer    |    Privacy