Headlines :: Dettaglio Articolo

Log in
  • Login
  • Password
  • Hai dimenticato la tua password?
Ufo Magazine
Dalla rete
Servizi
Statistiche

Utenti online

  • 90 anonimi, nessuno registrato.
  • Ci sono 166 iscritti in totale.
Eva Group
Autore

Iscritto

Web master di http://ufoplanet.ufoforum.it & http://www.ufoforum.it/

Links sponsorizzati
Articoli correlati
Nessun articolo correlato
Links correlati
Nessun links correlato
Prodotti correlati
Nessun prodotto correlato
Informazioni

Strumenti

Statistiche

  • Letto: 1774
  • Segnalato: 0
  • Giudizi e voti

    Vota!

Articolo Modifica articolo
Sei in: UFO PLANET (841)  Non solo UFO (542)  Astronomia e scienza (203)

Astronomia, una stella in piu' nell'Orsa Maggiore

15 Dicembre 2009 12.08 - Di: DigDug - Fonte: ANSA

Non solo UFO / Astronomia e scienza :: Astronomia, una stella in piu' nell'Orsa Maggiore

 Nessun video o audio disponibile

 Nessuna documentazione disponibile

  • Articolo originale
  • Su: ANSA

 Scoperta dagli scienziati Usa, in tutto sono nove, con una nana rossa.

Feed RSS dei prodotti cercati
Sette le stelle dell'Orsa Maggiore, sette le note della mia chitarra, come cantava il Quartetto Cetra. Ma non è più così. A costringere a riscrivere la sigla di Studio Uno è il Progetto 1604 - un gruppo di scienziati che mette insieme astronomi della Nasa, del Museo Americano di Storia Naturale, dell'Università di Cambridge e del California Institute of Technology.

Finora gli astrofisici erano convinti che la più celebre costellazione del cielo boreale avesse otto stelle: Alcor, una piccola stella che sovrasta Mizar, la mediana del timone del Grande Carro, è praticamente invisibile a occhio nudo (ed è anzi usata a volte in un test della vista).

Ora però ad Alcor é stata aggiunta una compagna ancor più piccola: una nana rossa che le orbita attorno a 80 anni luce dalla Terra e che è stata chiamata Alcor B. Alcor B ha la massa di un quarto di quella del Sole e di un ottavo di Alcor A. 'Abbiamo usato una nuovissima tecnica per determinare che un oggetto orbita accanto a una stella vicina ed e' una tecnica che rende omaggio a Galileo Galilei", ha detto al New York Times Ben Oppenheimer, un astrofisico del Museum of Natural History. "400 anni fa Galileo aveva capito che se Copernico aveva ragione, che la Terra orbita attorno al Sole, avrebbe potuto mostrarlo osservando il movimento in parallasse delle stelle più vicine", ha detto Oppenheimer.

Il movimento in parallasse si riferisce al modo con cui le stelle sembrano muoversi nell'arco di un anno perché dalla Terra le osserviamo da punti di vista lievemente diversi via via che il nostro pianeta ruota attorno al Sole. Mappando le posizioni di Alcor A e Alcor B in differenti momenti dell'anno gli scienziati sono riusciti a dimostrare che le due stelle sono compagne che si muovono assieme in uno schema diverso dalle stelle più distanti sullo sfondo.
 
Condividi
Torna ad inizio pagina 
Novità di oggi  Feed RSS di questa vetrina
Nessun articolo disponibile

UFO    |    Ricerche    |    UFO Forum    |    Eventi    |    Contatti    |    Disclaimer    |    Privacy