Headlines :: Dettaglio Articolo

Log in
  • Login
  • Password
  • Hai dimenticato la tua password?
Ufo Magazine
Dalla rete
Servizi
Statistiche

Utenti online

  • 30 anonimi, nessuno registrato.
  • Ci sono 166 iscritti in totale.
Eva Group
Autore

Iscritto

Web master di http://ufoplanet.ufoforum.it & http://www.ufoforum.it/

Links sponsorizzati
Articoli correlati
Nessun articolo correlato
Links correlati
Nessun links correlato
Prodotti correlati
Nessun prodotto correlato
Informazioni

Strumenti

Statistiche

  • Letto: 1690
  • Segnalato: 0
  • Giudizi e voti

    Vota!

Articolo Modifica articolo
Sei in: UFO PLANET (841)  Non solo UFO (542)  Astronomia e scienza (203)

Mini-sonde intelligenti per pre-avvertirci delle tempeste spaziali.

8 Febbraio 2010 08.04 - Di: DigDug - Fonte: newscientist

Non solo UFO / Astronomia e scienza :: Mini-sonde intelligenti per pre-avvertirci delle tempeste spaziali.

 Nessun video o audio disponibile

 Nessuna documentazione disponibile

 Uno sciame di sonde microscopiche, posizionate in un luogo privilegiato tra la Terra e il Sole, ci potrebbe avvertire dell'avvicinarsi di pericolose tempeste spaziali molto prima dei metodi tradizionali.

Feed RSS dei prodotti cercati
Traduzione a cura di "2di7" di http://ufoplanet.ufoforum.it


Il lancio dei primi prototipi in un'orbita terrestre bassa, è previsto entro quest'anno, forse a maggio.

Mason Peck, ingegnere meccanico presso la Cornell University di Ithaca, New York, e il suo collega Justin Atchison hanno progettato una sonda di un centimetro quadrato, spessa 25 micrometri e pesante meno di 7,5 milligrammi. La sonda prende come modello le perticelle di polvere che orbitano intorno al Sole, azionate dai fotoni che vengono espulsi dalla nostra stella. Questa "pressione di radiazione" solare potrebbe avere un effetto trascurabile su una navicella spaziale di dimensioni normali ma è significativa su scala millimetrica.

La mini-sonda potrebbe essere portata nello spazio a bordo di un altro satellite diretto al punto di Lagrange tra la Terra e il Sole. Un punto di Lagrange è una sorta di debole punto gravitazionale, in cui un oggetto di piccole dimensioni può rimanere stazionario rispetto a due oggetti di dimensioni maggiori.

La sonda è costituita essenzialmente da piccoli pannelli solari con antenna radio, che potrebbero agire come sensori del vento solare (http://www.sciencedirect.com/scienc...9a01122fd50e).

Il team prevede l'invio di un intero sciame di queste sonde intelligenti nel punto di Lagrange, dove potrebbero monitorizzare la forza del vento solare. Potrebbero anche mettere in guardia da eventuali raffiche di particelle cariche in arrivo che interromperebbero il funzionamento dei sistemi a Terra.

Dopo che la sonda è stata rilasciata nel punto di Langrange, l'effetto della radiazione solare la sposta più vicino al Sole. Peck stima che questo potrebbe dare altri 13 minuti in più di preavviso in confronto alle grosse sonde di monitoraggio del Sole, come la NASA Advanced Composition Explorer (http://www.srl.caltech.edu/ACE/).

"E' possibile avvicinarsi di più al Sole rispetto ad una sonda più grande che monitorizza l'attività solare, ottenendo 13 minuti in più di preavviso."

Il prototipo è in fase di sviluppo e nei prossimi mesi sarà posto sui banchi di prova a Cornell per verificare comunicazione e durabilità. Almeno un chip in grando di inviare a Terra informazioni sulla temperatura, sarà lanciato entro la fine dell'anno.

"In questo caso stiamo solo cercando di dimostrare che un veicolo spaziale delle dimensioni di un'unghia è fattibile", dice Peck.

Colin McInnes presso l'Università di Strathclyde, in Gran Bretagna dice:
"C'è un forte interesse internazionale sul concetto di gruppi di micro-sonde. Il gruppo di Peck ha grandi idee che hanno le basi nelle applicazioni terrestri di tecnologia microelettromeccanica"
 
Condividi
Torna ad inizio pagina 
Novità di oggi  Feed RSS di questa vetrina
Nessun articolo disponibile

UFO    |    Ricerche    |    UFO Forum    |    Eventi    |    Contatti    |    Disclaimer    |    Privacy