Headlines :: Dettaglio Articolo

Log in
  • Login
  • Password
  • Hai dimenticato la tua password?
Ufo Magazine
Dalla rete
Servizi
Statistiche

Utenti online

  • 255 anonimi, nessuno registrato.
  • Ci sono 166 iscritti in totale.
Eva Group
Autore

Iscritto

Web master di http://ufoplanet.ufoforum.it & http://www.ufoforum.it/

Links sponsorizzati
Articoli correlati
Nessun articolo correlato
Links correlati
Nessun links correlato
Prodotti correlati
Nessun prodotto correlato
Informazioni

Strumenti

Statistiche

  • Letto: 1646
  • Segnalato: 0
  • Giudizi e voti

    Vota!

Articolo Modifica articolo
Sei in: UFO PLANET (841)  Non solo UFO (542)  Astronomia e scienza (203)

Su Encelado gli ingredienti per la vita?

25 Febbraio 2010 07.04 - Di: DigDug - Fonte: astronomicamentis

Non solo UFO / Astronomia e scienza :: Su Encelado gli ingredienti per la vita?

 Nessun video o audio disponibile

 Nessuna documentazione disponibile

 I famosi pennacchi su Encelado potrebbero rivelare presenza di vita sul satellite di Saturno

Feed RSS dei prodotti cercati
Un gruppo di ricercatori del Mullard Space Science Laboratory che lavora sulla missione Cassini-Huygens ha scoperto la presenza di ioni negativi di acqua nel pennacchio di ghiaccio sulla luna di Saturno Encelado confermando la presenza di acqua allo stato liquido.

Lo spettrometro della sonda Cassini ha inoltre evidenziato la presenza di altre specie di ioni di carica negativa tra cui gli idrocarburi.



Il professor Andrew Coates ha dichiarato: "Il fatto che esistano questi ioni negativi è una ulteriore evidenza della presenza di acqua al di sotto della superficie e dove c'è acqua, carbonio ed energia, è un segnale relativo alla presenza degli ingredienti principali per la vita.

Ci ha sopreso invece la massa di questi ioni. Abbiamo trovato vari picchi nello spettro e l'analisi dei dati ha indicato l'effetto di aggregazione delle molecole dell'acqua". Encelado si unisce così alla Terra, a Titano e alle comete dove sappiamo che sono presenti ioni negativi.

Gli ioni negativi di ossigeno sono stati scoperti nella ionosfera terrestre all'epoca delle prime esplorazioni spaziali. Sulla superficie terrestre, gli ioni negativi sono presenti dove l'acqua allo stato liquido si trova in movimento, ad esempio nelle cascate o nelle onde marine.

Lo spettrometro misura la densità, le velocità del flusso e la temperatura degli ioni e degli elettroni che interagiscono con il rivelatore. Ma dalla scoperta del pennacchio di ghiaccio lo strumento ha potuto catturare e analizzare campioni di materiale presenti nei getti. Sin dall'inizio, la missione Cassini-Huygens ha infatti scoperto la presenza del pennacchio sulla superficie di Encelado che emette particelle di vapor acqueo e particelle di ghiaccio.

Da allora, gli scienziati hanno trovato che questi prodotti a base di acqua dominano l'ambiente di Saturno e creano l'enorme anello E del pianeta.

Su Titano, lo stesso strumento ha rivelato ioni negativi di idrocarburi con masse fino a circa 14.000 volte la massa dell'idrogeno. Coates e colleghi credono che gli ioni siano la sorgente di una sorta di nebbia che come lo smog blocca dalla vista la superficie di Titano.

I nuovi dati aggiungono ulteriori informazioni alla composizione chimica sia del pennacchio di Encelado che dell'atmosfera di Titano permettendoci di capire come potevano essere gli ambienti prebiotici a supporto della vita sulla Terra primitiva. Keith Mason, CEO del Science and Technology Facilities Council (STFC) ha dichiarato:

"Questi dati sui pennacchi di Encelado sono incredibilmente eccitanti e ci forniscono una speranza di trovare acqua e persino forme di vita elementari su questa particolare ed interessante luna di ghiaccio".
 
Condividi
Torna ad inizio pagina 
Novità di oggi  Feed RSS di questa vetrina
Nessun articolo disponibile

UFO    |    Ricerche    |    UFO Forum    |    Eventi    |    Contatti    |    Disclaimer    |    Privacy