Headlines :: Dettaglio Articolo

Log in
  • Login
  • Password
  • Hai dimenticato la tua password?
Ufo Magazine
Dalla rete
Servizi
Statistiche

Utenti online

  • 54 anonimi, nessuno registrato.
  • Ci sono 166 iscritti in totale.
Eva Group
Autore

Iscritto

Web master di http://ufoplanet.ufoforum.it & http://www.ufoforum.it/

Links sponsorizzati
Articoli correlati
Nessun articolo correlato
Links correlati
Nessun links correlato
Prodotti correlati
Nessun prodotto correlato
Informazioni

Strumenti

Statistiche

  • Letto: 1877
  • Segnalato: 0
  • Giudizi e voti (2)

    89%

Articolo Modifica articolo
Sei in: UFO PLANET (842)  Non solo UFO (542)  Astronomia e scienza (203)

Rilevamenti radar della sonda MRO e gli estesi ghiacciai sotterranei di Marte

3 Marzo 2010 13.29 - Di: DigDug - Fonte: newsspazio

Non solo UFO / Astronomia e scienza :: Rilevamenti radar della sonda MRO e gli estesi ghiacciai sotterranei di Marte

 Nessun video o audio disponibile

 Nessuna documentazione disponibile

 Mars Reconnaissance Orbiter trova ampi depositi di ghiaccio

Feed RSS dei prodotti cercati
Ok, la Luna ha molto ghiaccio d'acqua (ndr: http://ufoplanet.ufoforum.it/headlines/articolo_view.asp?ARTICOLO_ID=8537), come abbiamo visto ieri, ma anche Marte non scherza! Il mosaico di immagini che vedete è il risultato dei dati registrati dallo strumento Shallow Radar (SHARAD) a bordo del Mars Reconnaissance Orbiter (MRO) e mostra vasti depositi di ghiaccio nel sottosuolo marziano alle medie latitudini (in viola).

In particolare la regione visualizzata è chiamata Deuteronilus Mensae nell'emisfero nord di Marte e corrisponde ad un'area di 1050x775 Km.
Il ghiaccio, il cui spessore arriva ad essere fino ad 1 Km, è stato trovato nelle zone adiacenti a ripidi dirupi e pendii/colline, dove i detriti rocciosi dalle scarpate riparano e proteggono il ghiaccio stesso dalla sua sublimazione nell'atmosfera.

I depositi di ghiaccio sotterraneo si estendono per centinaia di chilometri. Le parole di Jeffrey Plaut del laboratorio NASA JPL (Jet Propulsion Laboratory): "Abbiamo mappato l'intera aera con una copertura ad alta densità [...] In quest'area il radar rileva uno spesso strato di ghiaccio nel sottosuolo in molte posizioni".

L'ipotesi degli scienziati è che l'intera area fosse coperta da uno strato di ghiaccio durante un passato e differente ciclo climatico e quando il clima si è asciugato questi depositi rimasero solamente dove essi erano stati ricoperti da uno strato di detriti che ha protetto il ghiaccio dall'atmosfera.

Neanche a dirlo, MRO continuerà a mappare la superficie marziana per indagare ulteriormente.

Un'ultima nota giusto per ricordare che Shallow Radar è fornito dall'Agenzia Spaziale Italiana. Le sue operazioni sono guidate dall'Università di Roma ed i suoi dati sono analizati da un team scientifico congiunto italiano ed americano.

La mappa che vedete è presentata dagli scienziati alla 41st Lunar and Planetary Science Conference in corso di svolgimento in Texas questa settimana.
 
Condividi
Torna ad inizio pagina 
Novità di oggi  Feed RSS di questa vetrina
Nessun articolo disponibile

UFO    |    Ricerche    |    UFO Forum    |    Eventi    |    Contatti    |    Disclaimer    |    Privacy