Headlines :: Dettaglio Articolo

Log in
  • Login
  • Password
  • Hai dimenticato la tua password?
Ufo Magazine
Dalla rete
Servizi
Statistiche

Utenti online

  • 56 anonimi, nessuno registrato.
  • Ci sono 166 iscritti in totale.
Eva Group
Autore
Nessuna anagrafica disponibile
Links sponsorizzati
Articoli correlati
Nessun articolo correlato
Links correlati
Nessun links correlato
Prodotti correlati
Nessun prodotto correlato
Informazioni

Strumenti

Statistiche

  • Letto: 1653
  • Segnalato: 0
  • Giudizi e voti (3)

    98%

Articolo Modifica articolo
Sei in: UFO PLANET (842)  Ufologia (299)  Notizie (249)

Nessuna pietà per l'hacker UFO Gary McKinnon

19 Maggio 2011 02.50 - Di: Sheenky - Fonte: Ufoonline

Ufologia / Notizie :: Nessuna pietà per l'hacker UFO Gary McKinnon

 Nessun video o audio disponibile

 Nessuna documentazione disponibile

 Gary McKinnon rischia di perdere la sua lotta per non essere estradato negli Stati Uniti.

Feed RSS dei prodotti cercati
Il 45enne hacker scozzese che violò gli archivi del Pentagono è stato descritto negli Stati Uniti come "la persona che ha realizzato la più grande intrusione illegale ai computer militari di tutti i tempi". Da quando sono state formalizzare le accuse, ha preso il via una lunga battaglia giudiziaria fatta di colpi di scena e appelli pubblici. I suoi sostenistori nutrivano buone speranze, contando su una prossima visita nel Regno Unito del presidente Usa Barack Obama a fine del mese che si sarebbe dovuta tradurre in una svolta per il caso di McKinnon. Ma secondo il Daily Mail , il General americano Eric Holder ha promesso la scorsa settimana di prendere tutte le misure necessarie per l'estradizione di Gary.
Nessuna pietà dunque, per un uomo che rischia il carcere a vita.
La madre di McKinnon, Janis Sharp, ha combattuto senza sosta per conto del figlio. Ha anche scritto una lettera aperta al Presidente Obama, "supplicandolo di porre fine a dieci anni di tormento." E sempre lei si è detta "scioccata dalla dura risposta del procuratore generale degli Stati Uniti".
Prima della loro elezione, sia Nick Clegg, vice primo ministro, sia il primo ministro inglese David Cameron hanno sostenuto che "Gary può e deve essere giudicato nel Regno Unito." Ma alla luce dei recenti commenti di Eric Holder, McKinnon le chance di restare a casa sua sono scarse.
Tutto questo nonostante i movimenti di opinione a favore di McKinnon, le interrogazioni parlamentari, la presa di posizione di politici influenti. Gli americani si sa non sono teneri con chi cerca di prenderli in giro. Eppure tutta questa durezza contro un uomo la cui unica colpa è aver dimostrato che gli archivi americani sono vulnerabili è certamente sospetta. In tutto questo cosa centra il racconto di McKinnon sui documenti riservati sugli ufo che non è riuscito a scaricare ma ha letto personalmente? Probabilmente non lo sapremo mai.
 
Condividi
Torna ad inizio pagina 
Novità di oggi  Feed RSS di questa vetrina
Nessun articolo disponibile

UFO    |    Ricerche    |    UFO Forum    |    Eventi    |    Contatti    |    Disclaimer    |    Privacy