Headlines :: Dettaglio Articolo

Log in
  • Login
  • Password
  • Hai dimenticato la tua password?
Ufo Magazine
Dalla rete
Servizi
Statistiche

Utenti online

  • 59 anonimi, nessuno registrato.
  • Ci sono 166 iscritti in totale.
Eva Group
Autore
Nessuna anagrafica disponibile
Links sponsorizzati
Articoli correlati
Nessun articolo correlato
Links correlati
Nessun links correlato
Prodotti correlati
Nessun prodotto correlato
Informazioni

Strumenti

Statistiche

  • Letto: 3504
  • Segnalato: 0
  • Giudizi e voti

    Vota!

Articolo Modifica articolo
Sei in: UFO PLANET (841)  Ufologia (298)  Notizie (249)

INTERVISTA A MASSIMO STACCIOLI

16 Agosto 2012 04.09 - Di: Sheenky

Ufologia / Notizie :: INTERVISTA A MASSIMO STACCIOLI

 Nessun video o audio disponibile

 Nessuna documentazione disponibile

 Per cambiare, oggi vi proponiamo un'intervista con uno dei nostri utenti preferiti e più "saggi".

Feed RSS dei prodotti cercati
Per cambiare, oggi vi proponiamo un'intervista con uno dei nostri utenti preferiti e più "saggi".
La persona in questione è il nostro Massimo Staccioli, alias "Ufologo 555".
Prima di cominciare diciamo in due righe cosa ha svolto negli anni lavorativi:

Massimo Staccioli
Ex Sottuff/le Aeronautica Militare ( RADARISTA - Difesa Aerea, per 35 anni); Basi Intercettori Teleguidati della 1° Aerobrigata Missili (per la Difesa del Nord Italia), quindi Aeroporto Militare di Ghedi (in "Sala Navigazione con gli equipaggi) poi Sistema Missilistico Antiaereo "Spada", sempre su radar da "ricerca".


Ricercatore e appassionato di UFO dal 1954. L'avvistamento più importante lo ebbi quando avevo 10 anni: il 6 Nov. 1954, su Roma. Due formazioni di UFO, convergenti, più o meno, sul Vaticano, formarono una sorta di "croce greca" sul cielo azzurro invernale, intorno alle 11.00. Avvistamento visto e confermato da uno dei primi Ufologi italiani ( e descritto in un suo volume ), il Console Alberto Perego. Da allora mi dedicai allo studio degli U.F.O. trovandone conferma anche tramite il mio lavoro. Le loro prestazioni non risultano essere nulla di convenzionale per cui potrebbero essere astronavi aliene provenienti dallo spazio esterno giunte qui per osservarci, studiarci ed attendere il momento più opportuno per contattarci ufficialmente; altrimenti non so di cosa possa trattarsi...


L'INTERVISTA

- Per cominciare direi che puoi descriverci che lavoro facevi e quando è nata la tua passione per l'ufologia.

Più che lavoro, a 10 anni, studiavo, facevo la V Elementare.
Fu in quell'anno che vidi gli UFO; la famosa "croce su Roma". Da quel giorno e leggendo in strada, nelle edicole a titoli cubitali, dello "svolazzamento" ricorrente in quegli anni, dei "Dischi e "Sigari" volanti! E fu praticamente cosi in tutto il globo ...

- Nel corso degli anni in cui hai svolto la carriera militare, hai mai avuto modo di avere a che fare con casi ufologici? E se la risposta è affermativa, che ne dici di descrivercene qualcuno (se possibile)?

Ebbi tre allarmi aerei con esplicito riferimento agli UFO dall'Ente Superiore della Difesa Aerea. Come Batteria di missili antiaerei eravamo costantemente in allarme (anche se alternativamente); eravamo in piena "Guerra Fredda", quindi si era sempre pronti.
Una volta, mentre era di turno la nostra batteria, ricevemmo l'allarme alle 02.15 di notte per un aeromobile sconosciuto a forte velocità. Il controllore che mi passava i dati (per l'allarme ed una eventuale ulteriore triangolazione) mi dava velocità e quota variabilissime che, gli dissi, non avevo il tempo materiale per dare la possibilità all'antenna radar di alzarzi quel tanto che bastava per intercettarlo! Così, niente di fatto.
Un'altra volta, sempre dallo stesso Ente, una chiamata verso le 17.05 per un UFO che stazionava praticamente sul VOR (Radio-Faro) di Vicenza, proprio all'incrocio praticamente, di tre "Aerovie". Ricevettero le chiamate di molti cittadini. Quando lo centrai si stava spostando lentamente verso Ovest per poi aumentare la velocità. L'Ufficiale da cui dipendevo, e che mi era a contatto di gomito sull'apparato (che faceva da capo "batteria in quel giorno), essendo un Ufficiale di leva, non sapeva che cosa fare, allora parlai direttamente, in cuffia, con il centro Controllo per il da farsi; li consigliai di far fare uno "scramble" dal vicino Aeroporto d'Istrana (asllora attivo).
Essendo appena Sergente, in quel tempo, non seppi più nulla di ciò che fecero; se fossi stato Maresciallo avrei saputo cosa meglio cosa fare.
Questi furono i più importanti riguardo il mio lavoro direttamente.


- Essendo l'ufologia una tua grande passione, presumo che negli anni passati avrai avuto modo di parlarne con qualche tuo collega... Com'è discutere di questa tematica cosi delicata in un ambiente come quello militare? C'è imbarazzo? Se ne parla a fatica? Se ne discute tranquillamente o non se ne parla proprio?

Purtroppo, come del resto nella vita civile, anche nell'ambiente militare vige lo stesso comportamento. Per alcuni c'è interesse, per altri non curanza, molti fanno "spalluccia", qualcuno riflette all'istante ma bene che vada ammette solo una possibile presenza nell'Universo; poi ci sono quelli che hanno avuto avvistamenti e ... tranquilli, non ne parleranno con nessuno. Solo dopo anni e se interpellati da qualcuno interessato all'argomento, accenneranno all'accaduto. Per i piloti il discorso è lo stesso ma quando capita loro d'inseguire o di essere inseguiti da un UFO la cosa cambia, specialmente se inviati (come molte volte accade) da terra, dal Controllo dello Spazio Aereo o dalla "torre" di controllo. La cosa cambia perchè sono praticamente "costretti" a riportare qualsiasi cosa voli, vuoi per la sicurezza aerea che per informazione... A terra lo diranno a qualche amico (a parte il rapporto all'Ufficio " I ") e quindi si va avanti, evitando di parlarne...

- Praticamente hai vissuto tutta la storia dell'ufologia. Come ti sembra oggi l'ambiente di ricerca ufologica italiano?

Veramente non noto grandi differenze; oggi si tende più ad inquisire il testimone che al racconto dello stesso. E' giusto, per carità, però penso ci sia più diffidenza e posso aggiungere un 'estrema ricerca dell'imbroglio!

- Ritieni che negli anni passati le ricerche ufologiche venivano svolte più seriamente, o anche allora c'era tanta confusione sull'argomento?

Bèh, chiarezza nel vero senso della parola non proprio, diciamo incertezza, stupore e perplessità. Si temevano sempre possibili armi segrete da parte dell'Unione Sovietica. Poi se ci mettiamo lo smacco di essere sorvolati da un'aviazione sconosciuta, bèh, le varie Aeronautiche non lo sopportavano! Così prevalse, specialmente negli USA (praticamente potenza leader da sempre) il "debunking" ed il ridicolo verso chi tentava di fornire spiegazioni.

- Se ti conosco bene, sei per l'ufologia "dadi e bulloni". Cosa pensi quindi delle teorie alternative, che al posto degli alieni vedono esseri dimensionali, gente proveniente dal futuro, gente proveniente dalla terra cava, alieni che sono più entità parassitarie, ecc...

Ecco, è un punto dolente: non riesco ad immaginare alternative ai "dadi e bulloni", nel senso che la tecnologia, certo, si sviluppa ma non su certi piani. Più o meno la natura universale penso che dovrebbe essere la stessa.
Esseri che sviluppano "macchine" come noi; non escludo certamente forme di vita , come dire, avanzate, ma da qui ad esseri di "luce"...
Riguardo la provenienza escludo ormai la famosa teoria della Terra cava, come anche quella della loro provenienza dal futuro. Vi sarebbero troppe, infinite complicazioni sia per loro che per noi; in più non sono mai venuto a conoscenza di cose o esseri giunti dal futuro o dal passato (a parte la teoria di Einstein, ma è un'altra cosa).
Insomma ritengo che se sono presenti abbiano una linea di sviluppo come la nostra ma molti anni più avanti della nostra civiltà, calcolando anche che siamo ai "limiti" della nostra Galassia, per forza di cose devono essere più sviluppati di noi in quanto dovrebbero avere più contatti con altri esseri simili a loro, con una tecnologia pressoché identica.
noi essendo in periferia...

- Sono sicuro che conosci la paleoastronautica. Cosa ne pensi delle teorie (che come ultimo ricercatore vedono Mauro Biglino) che spiegano come nella Bibbia, non si parla di angeli, Dio, miracoli, ecc... ma di alieni, UFO e tecnologie avanzate, scambiate appunto per eventi divini?

Partendo dal presupposto che sono cattolico praticante posso però ugualmente e tranquillamente escludere fatti del genere nella Bibbia perché non è mai successo che il Padreterno possa confondere un suo intervento (segno o miracolo) con un avvistamento, che Dio sarebbe?! La vedo molto dura offrire la propria vita per... un equivoco, per un alieno! I santi e migliaia di martiri cristiani lo dimostrano; quindi, per me almeno, il discorso non si apre nemmeno, non per ottusità mentale ma per coerenza di fatti. Di questo ne sono convinto.
Cosa che però non escludo per pseudo religioni, dove l'Altissimo non centra per niente (antichi Egizi, ad esempio; i loro "dei" erano inventati, erano gli Egizi che li cercavano, mentre noi abbiamo avuto la Rivelazione e non cercata da noi! E' molto diverso).

- Alcuni ricercatori della storia alternativa, hanno ipotizzato che noi umani, siamo il frutto di manipolazioni genetiche in tempi antichissimi da parte di extraterrestri.
Sei d'accordo con ciò, o ritieni che l'evoluzione umana sia spiegata perfettamente dalle teorie di Charles Darwin? O hai una tua teoria personale?

Per il motivo di cui sopra escludo la teoria di Darwin; stesse motivazioni: Dio non sarebbe stato in grado di far esistere immediatamente l'uomo così com'è oggi ? Poi, ad esempio, le scimmie esistono ancora! L'evoluzione estingue la forma di vita precedente altrimenti che evoluzione sarebbe?!
Manipolazioni da parte Aliena? Una volta non la escludevo, oggi non mi sento di appoggiarla. Potrei, seppur debolmente, non escludere che possiamo provenire da un altro Pianeta.

- Parlando di notizie recenti, da poco è sbarcata la sonda Curiosity su Marte.
Cosa ne pensi?

Molte "sonde" sono stranamente fallite, e sono alquanto perplesso. Perplesso perché non sappiamo fino a che punto possa essere vero...
Non si fa altro che inviare "sonde" e resta sempre tutto uguale! Allora le cose sono due, per me: o stanno sprecando soldi dei contribuenti o stanno portando avanti i loro studi in tutto segreto. Non è possibile che ancora si stia cercando il solito microbo su Marte!

- Ritieni che su Marte ci possano essere antiche costruzioni, come sostengono alcuni ricercatori (ad esempio Richard Hoagland)?
E se è cosi, per quale motivo non riusciamo a trovarle?

Antiche costruzioni sul suolo marziano...come faccenda la ritengo un po azzardata, forse, se vi è stato qualcuno, nel sottosuolo si potrebbe trovare qualcosa, e allora piccone per gli archeologi! Viste le tempeste di sabbia che si possono osservare anche qui, sulla terra con i telescopi.
Riguardo Richard Hoagland è senz'altro un dissidente della NASA, però penso che ci abbia "marciato" con tutte le sue strutture...

- E sulla Luna? Possono esserci costruzioni non umane, o addirittura esseri extraterrestri in qualche possibile base, a tuo parere?

Ho sempre pensato che il nostro Satellite possa costituire una "base avanzata" per studiarci comodamente, però tra il dire e il fare...
In verità sono state notate molte cose e brillamenti vari sul suolo lunare, da quando viene osservato con i telescopi; Qualcosa, seppur di passaggio, c'è stata o c'è ancora...

- Se ritieni possibile che su Marte, molti millenni fa ci fosse una civiltà, cosa pensi delle storie venute fuori grazie ad alcune canalizzazioni, visioni, ricordi di persone "speciali", nelle quali viene rivelato che il pianeta rosso venne sconvolto da qualche cataclisma non identificato, e la popolazione locale, per salvarsi, decise di venire sulla Terra e colonizzarla, dando vita ai mitici continenti perduti, quali Atlantide, Mu e Lemuria?

Naturalmente sono solo ipotesi e tali restano, come la mia: che potremmo provenire da un pianeta deflagrato per motivi artificiali o naturali, che orbitava tra Marte e Giove, dal quale, chi lo abitava, potrebbe essersi salvato andando chi su Marte (forse anticamente conteneva un'atmosfera più respirabile di adesso) e chi sulla Terra; tutto è possibile.
Una teoria vale l'altra; niente di più.

- Ritieni possibile un contatto con esseri alieni nei prossimo cento anni? O anche prima se lo credi.

Questa è la famosa domanda da un milione di dollari... Perché sicuramente, ne sono convinto, non dipende da noi.
Anche se siamo osservati e raramente contattati, non siamo, credo, ancora all'epoca del "contatto". Perché non siamo pronti, non siamo una civiltà pacifica, non meritiamo di far parte, per ora, di una civiltà galattica, tanto per dire. Quindi, ritengo che occorreranno ancora (purtroppo per me) molti anni prima di una collaborazione spaziale con altri esseri.

- Cover up. Esiste secondo te un insabbiamento portato avanti dai governi dal 1947, se non addirittura da prima?

Penso proprio di sì, per molti motivi: l'incertezza della reazione della gente; la perdita di potere da parte dell'autorità costituita; il potere economico; la cancellazione di tutti i confini; insomma, riconoscersi tutti noi come un unico popolo... Sembra poco ma vuol dire tanto (per chi ci specula sopra).
Ecco perché l'Uomo deve perdere questi grandi , tragici "vizi"!

- Stando alle teorie ufologiche, dopo tutto questo tempo i governi avranno delle risposte riguardo agli UFO. Ritieni possibile che sappiano molte cose o che ancora navighino in alto mare?

Qui sono francamente indeciso. Suppongo probabilmente che l'intero problema possa essere a conoscenza veramente di pochi; gli altri, così, tanto per..."sentito dire"... E preferiscono non essere "disturbati" da un'eventualità del genere; meglio pensare al potere e agli affari.

- Cosa pensi di tutti quei rivelatori che riferiscono di alieni tenuti in basi segrete militari? Bob Lazar, Michael Wolf, Phil Schneider, Dan Burish, Milton William Cooper, ecc...

Una bella domanda. Dico sempre a a chi mi rivolge domande simili, di non credere a tutto, come di non scartare tutto.
Se qualcuno svela, "ah, allora quello è un "debunker"..."!
Se non parla, "perché si è sempre così reticenti"! Non va mai bene nulla.

- Prima o poi, la verità sugli UFO (qualunque essa sia), verrà fuori secondo te? E in che modo potrebbe succedere?

La mia opinione è quella che ho espresso la mia idea precedentemente, riguardo al "contatto".

- Se vuoi aggiungere qualcos'altro, fa pure.

Penso di aver tediato già abbastanza...

- Ti ringrazio Massimo. Gentilissimo come sempre!
 
Condividi
Torna ad inizio pagina 
Novità di oggi  Feed RSS di questa vetrina
Nessun articolo disponibile

UFO    |    Ricerche    |    UFO Forum    |    Eventi    |    Contatti    |    Disclaimer    |    Privacy