Headlines :: Dettaglio Articolo

Log in
  • Login
  • Password
  • Hai dimenticato la tua password?
Ufo Magazine
Dalla rete
Servizi
Statistiche

Utenti online

  • 60 anonimi, nessuno registrato.
  • Ci sono 166 iscritti in totale.
Eva Group
Autore
Nessuna anagrafica disponibile
Links sponsorizzati
Articoli correlati
Nessun articolo correlato
Links correlati
Nessun links correlato
Prodotti correlati
Nessun prodotto correlato
Informazioni

Strumenti

Statistiche

  • Letto: 1354
  • Segnalato: 0
  • Giudizi e voti

    Vota!

Articolo Modifica articolo
Sei in: UFO PLANET (842)  Non solo UFO (542)  Astronomia e scienza (203)

MARTIN REES: ENTRO 40 ANNI SCOPRIREMO GLI ALIENI

8 Settembre 2012 07.32 - Di: Sheenky

Non solo UFO / Astronomia e scienza :: MARTIN REES: ENTRO 40 ANNI SCOPRIREMO GLI ALIENI

 Nessun video o audio disponibile

 Nessuna documentazione disponibile

 Entro una generazione sapremo se esiste la vita extraterrestre

Feed RSS dei prodotti cercati
Fonte: http://www.ufoonline.it/2012/09/08/martin-rees-della-royal-society-entro-40-anni-scopriremo-gli-extraterrestri/

Entro una generazione sapremo se esiste la vita extraterrestre, parola di Martin Rees, ex presidente della Royal Society. L’occasione è il lancio del nuovo programma su Discovery Channel dell’astrofisico più celebre del mondo, Stephen Hawking cicerone dell’ultima cerimonia d’apertura delle Paralimpiadi. Secondo Rees entro il 2025 saremo in grado di avere immagini di distanti pianeti al di fuori del sistema solare, acquisendo nuove informazioni che potrebbero permetterci di scoprire forme di vita su di essi. Poi si avventura in una spiegazione su come gli alieni ci aiuteranno a svelare misteri fuori dalla portate dell'intelletto umano.
Dice Rees: “Il problema è che cerchiamo qualcosa che ci assomigli, dando per scontato che abbia sviluppato la tecnologia e la matematica come noi, ma sospetto che là fuori ci possano essere vita e intelligenza in forme che non siamo in grado di concepire”.

LA SCIENZA OLTRE DIO
Nell'incontro tra i Rees e Hawking si è parlato anche del rapporto tra Dio e la scienza, e ciò che il senso della vita rappresenta per gli esseri umani.
Il Professor Hawking, che ha già descritto il concetto di paradiso come una "favola" e questo certamente gli causerà ulteriori controversie con gli enti religiosi. Ancora sono vive le polemiche per la sua celebre frase: "Credo che la scienza può spiegare l'universo senza bisogno di Dio'.
Lord Rees ha ammesso che ci possono essere alcuni problemi scientifici che sono "al di là del cervello umano" e che necessitiamo di rapportarci con esseri alieni che ci potrebbero aiutare a capirne di più. "Ci possono essere alcune domande che il nostro cervello non potrà mai capire, allo stesso modo in cui gli scimpanzé non riescono a capire la teoria quantistica. Alcune delle sfide che ci troviamo di fronte potrebbero non essere completamente risolte, e potremmo dover aspettare il periodo post-umano. Questa è l'evoluzione e noi esseri umani non siamo il culmine di questo progresso sulla terra. Fore dovremo aspettare fino a che possiamo imparare da alcuni alieni che potrebbero essere un più avanti di noi."
L'anno scorso Lord Rees aveva sostenuto che fosse possibile che gli alieni "ci guardassero già in faccia" in una in una forma che gli esseri umani non erano in grado di riconoscere.
A spiegazione di questo il celebre scienziato ha commentato: "Il problema è che stiamo cercando qualcosa di molto simile a noi, ammesso che almeno qualcosa di simile esista come la nostra stessa matematica e la tecnologia. Ma ho il sospetto che ci potrebbe essere vita e intelligenza là fuori, in forme che non possiamo concepire." Parola dell'ex presidente della Royal Society, in questo caso nella veste di un Nostradamus moderno.
 
Condividi
Torna ad inizio pagina 
Novità di oggi  Feed RSS di questa vetrina
Nessun articolo disponibile

UFO    |    Ricerche    |    UFO Forum    |    Eventi    |    Contatti    |    Disclaimer    |    Privacy