Headlines :: Dettaglio Articolo

Log in
  • Login
  • Password
  • Hai dimenticato la tua password?
Ufo Magazine
Dalla rete
Servizi
Statistiche

Utenti online

  • 305 anonimi, nessuno registrato.
  • Ci sono 166 iscritti in totale.
Eva Group
Autore
Nessuna anagrafica disponibile
Links sponsorizzati
Articoli correlati
Nessun articolo correlato
Links correlati
Nessun links correlato
Prodotti correlati
Nessun prodotto correlato
Informazioni

Strumenti

Statistiche

  • Letto: 1435
  • Segnalato: 0
  • Giudizi e voti

    Vota!

Articolo Modifica articolo
Sei in: UFO PLANET (841)  Non solo UFO (542)  Astronomia e scienza (203)

CRISTALLI AUTO REPLICANTI NELLO SPAZIO

8 Ottobre 2012 02.04 - Di: Sheenky

Non solo UFO / Astronomia e scienza :: CRISTALLI AUTO REPLICANTI NELLO SPAZIO

 Nessun video o audio disponibile

 Nessuna documentazione disponibile

 Possono essere una forma primordiale di vita inorganica?

Feed RSS dei prodotti cercati
Articolo di Luke McKinney
Fonte: http://www.altrogiornale.org/news.php?item.8101.1

Un team internazionale di ricerca ha dichiarato una scoperta che riguarda i cristalli di plasma autoreplicanti, che potrebbero essere una forma primordiale di vita inorganica. Nuovi studi sulle polveri che formano strutture simili a quelle viventi, suggeriscono che la vita extraterrestre potrebbe non essere basata sul carbonio. Ricercatori presso l'Accademia Russa delle Scienze, il Max-Planck Institute for Extraterrestrial Physics in Germania e l'Università di Sydney, hanno osservato particelle di polveri inorganiche formare strutture ad elica e passare per altre modifiche simili a quelle dei sistemi viventi. Se pensate che si tratti di un film con effetti speciali molto costoso, congratulazioni, avete immaginato qualcosa di molto simile a quanto affermano. Gli esperimenti sono avvenuti in condizioni simulate del plasma, rappresentative dello spazio e della Terra primordiale. Queste strutture inorganiche, come suggerito dal team, potrebbero persino portare alle molecole organiche della vita che conosciamo e di cui siamo fatti. Dal comunicato stampa dell'Istituto di Fisica:

Quindi, la grande domanda è: i gruppi elicoidali provenienti dalla polvere interstellare, potrebbero essere in qualche modo vivi? "Queste strutture complesse e auto-organizzanti di plasma esibiscono tutte le proprietà necessarie per essere qualificabili come candidate a materia vivente inorganica", dice (V.N.) Tsytovich, "sono autonome, si riproducono ed evolvono". Anche se non esistono argomenti convincenti che limitino la vita ad una forma "buffa e molliccia", temiamo che questo risultato abbia più a che fare con pubblicità che con vera scienza. Il cuore del loro discorso sembra essere che certe strutture elicoidali che si formano nel plasma, sembrano le eliche del DNA, chiunque abbia confidenza con i campi magnetici capirà che una forma ad elica non crea la vita. E' un modo eccellente per portare l'attenzione su un po di calcoli interessanti, ma questo è tutto.

L'altra metà dell'argomentazione sulla vita inorganica dice che le eliche si "auto-replicano", nello specifico si "replicheranno" se un altro sito adeguato alla formazione di un'elica si troverà vicino a quella esistente. Potete notare che questa non è auto-replicazione. Si tratta solo di creare un'altra elica, è come dire che le nuvole sono forme di vita basate sull'acqua, perchè una appare vicina all'altra. La debolezza peggiore è che molta della loro idea è prodotta solo da simulazioni al computer. La simulazione è uno strumento essenziale della ricerca moderna, ma non puoi andare avanti solo con i modelli. Se affermi che certe colonne di plasma possono muoversi e replicarsi, dovresti riuscire ad osservarle prima di affermare che uno su dieci milioni di risultati che puoi ottenere da un modello è piuttosto buono e quindi è scienza.

Il documento scientifico:
http://iopscience.iop.org/1367-2630/9/8/263/fulltext/
 
Condividi
Torna ad inizio pagina 
Novità di oggi  Feed RSS di questa vetrina
Nessun articolo disponibile

UFO    |    Ricerche    |    UFO Forum    |    Eventi    |    Contatti    |    Disclaimer    |    Privacy